“Mi ghi miga Vorurteil”

Un percorso attraverso il Grigioni trilingue

Dal 9 al 15 settembre 2013 si svolgerà in tutto il Cantone dei Grigioni la “Settimana delle biblioteche”. Un’iniziativa che vede numerose biblioteche sparse su tutto il territorio cantonale coinvolte in una campagna di sensibilizzazione congiunta sul loro ruolo e le loro prestazioni.
Le biblioteche non si occupano esclusivamente del prestito di libri, ma offrono svariati servizi e organizzano regolarmente incontri ed eventi che, oltre ad avere un’importante funzione sociale, contribuiscono a promuovere la lettura, la formazione continua e quindi la cultura nella popolazione.



Nell’ambito della Settimana delle biblioteche ogni biblioteca propone iniziative diverse.
La biblio.ludo.teca La sorgente di Poschiavo organizza due eventi interessanti.

Mercoledì 11 settembre 2013
alle ore 20:15, la biblio.ludoteca ospiterà Chasper Pult, che terrà una conferenza sulla ricchezza linguistica del Cantone dei Grigioni: “Mi ghi miga Vorurteil” – Un percorso attraverso il Grigioni trilingue. Sarà l’occasione per presentare la nuova sezione di libri di narrativa tedesca con la quale la biblio.ludo.teca ha arricchito la propria offerta nella categoria adulti.



Leggi l'articolo di Alessandra Jochum-Siccardi su www.ilbernina.ch: Scappatelle culturali
Giovedì 12 settembre 2013 alle ore 16:30 sarà presentato ai genitori di bambini dagli 0 ai 4 anni il progetto Nati per Leggere. Un’iniziativa nazionale di promozione della lettura ad alta voce ai bambini fin dai primi mesi di età per favorirne la crescita affettiva, culturale e sociale. Leggere fa bene. Prima si inizia, meglio è.



Chasper Pult
Nato a Sent, Engadina Bassa, Chasper Pult ha frequentato le scuole a Coira. Ha studiato linguistica e romanistica a Parigi e a Zurigo. Pult padroneggia tutte e quattro le lingue nazionali.
È stato membro del Consiglio di fondazione di Pro Helvetia (1981-93) e docente universitario per la lingua retoromancia presso le Università di Zurigo (1982-94), Ginevra (1984-91) e Friborgo (1989-95). Dal 1992 al 1996 ha ricoperto la carica di presidente della Lia Rumantscha. Quale direttore del Centro Culturale Svizzero di Milano, dal 1996 al 2001 ha rappresentato le culture svizzere in Italia.
Vive ora nei pressi di Coira, insegna retoromancio ed è attivo quale mediatore culturale e traduttore. Nel 2012 gli è stato conferito l’annuale premio della Fondazione Oertli.