Ricompaiono le streghe in biblio.ludo.teca

Da sei anni a questa parte per due volte fra gennaio e febbraio la biblio.ludo.teca apre le sue porte anche di notte per una maratona di lettura.

Sono i ragazzi e le ragazze delle quarte e quinte classi di Poschiavo ad approfittarne. Con entusiasmo e curiosità si lasciano coinvolgere volentieri, sempre numerosi, in una proposta d’intrattenimento diversa dal solito, incentrata quest’anno sul tema “streghe”, ripreso dalla prima edizione.


Nel corso di un’intera nottata, un gruppo di collaboratrici/ori della biblio.ludo.teca accompagnano i partecipanti in una serie di attività volte ad avvicinare i più giovani al piacere della lettura, facendoli familiarizzare con la biblio.ludo.teca e i libri quali luogo e oggetti di piacere e non necessariamente solo di studio o fatica.

Il programma prevede la presentazione dell’offerta di libri adatti alla loro età, un’introduzione sull’argomento intorno a cui ruota l’evento, la scelta di libri da leggere e sfogliare durante la serata, momenti di lettura in gruppo alternati a momenti di lettura libera, uno spuntino per riprendere le forze.

E quest’anno anche una sorpresa, che ha permesso di approfondire il tema trattato: una visita notturna in Casa Torre e alle sue prigioni, dove si sono tenuti i processi alle streghe e sono tuttora conservati i relativi atti e dove un tempo quelle povere donne erano tenute segregate in attesa della loro triste fine. Un brutto capitolo della storia della Valposchiavo, ma pur sempre storia e quindi degna di essere spiegata anche ai nostri giovani.

E poi, trattandosi di una notte di lettura, libertà di leggere fino a tutte le ore, ognuno ciò che preferisce, tutti nel proprio sacco a pelo, alla sola luce della torcia, in silenzio… beh, più o meno!!

Dopo una bella dormita per chi crolla per primo o una manciata di ore di sonno per i più tenaci e una notte praticamente in bianco per gli accompagnatori, lotta estenuante per riporre i sacchi a pelo nelle rispettive custodie, riordino, colazione tutti assieme e rientro a casa con un’esperienza interessante e divertente in più nel proprio bagaglio.


Guarda la galleria fotografica su ilbernina.ch