… e perché dovrei leggere?

Leggere è divertente, interessante, formativo, ma può anche costare fatica. Chi ce lo fa fare, allora? Come si acquisisce il gusto della lettura, se si può? Perché è tanto importante leggere?



Riflessioni, trucchi e consigli sul tema saranno proposti dalla scrittrice italiana per bambini e ragazzi Angela Nanetti in occasione di una conferenza pubblica organizzata il 26 ottobre 2010 dalla biblio.ludo.teca La Sorgente di Poschiavo in collaborazione con il Consiglio Scolastico, la Direzione Scolastica del Comune di Poschiavo e leggere.GR – Media e Ragazzi.

Lunedì 25 e martedì 26 ottobre, l’autrice incontrerà anche quattro classi delle scuole di Poschiavo con cui discuterà di lettura, prendendo come spunto altrettanti suoi romanzi precedentemente letti dagli scolari.

Angela Nanetti, nata in provincia di Bologna, vive a Pescara, dove è stata docente nelle scuole medie e superiori. Negli anni ’80 ha esordito come scrittrice, dando avvio a un rinnovamento nell’ambito della letteratura per ragazzi in Italia. Dal 1995 si dedica esclusivamente all’attività letteraria. Ha pubblicato numerosi romanzi per bambini e adolescenti, nei quali emerge, fra l’altro, una spiccata capacità d’indagare la psicologia maschile e femminile di età differenti. Le sue opere le hanno valso importanti riconoscimenti personali, tra cui il Premio nazionale Andersen 2003, e sono tradotte in tutto il mondo. Tra queste, in particolare, il romanzo “Mio nonno era un ciliegio”, che ha avuto venti edizioni straniere e ha venduto oltre 200'000 copie.

Per saperne di più leggi la scheda sull'autrice.