L’indispensabile contagio della lettura

Avere l’occasione di incontrare di persona uno scrittore o una scrittrice non capita ogni momento. Tanto meno di poterlo/a ascoltare mentre presenta i suoi libri, parla del proprio lavoro, ne spiega i retroscena, i meccanismi, le soddisfazioni. La biblio.ludo.teca La sorgente ne offre regolarmente l’opportunità.

Gli incontri con l’autore che la biblio.ludo.teca La sorgente di Poschiavo organizza ogni anno permettono tutto questo. Regolarmente la biblio.ludo.teca invita uno scrittore o una scrittrice per bambini e/o ragazzi che si incontra con le classi della scuola di Poschiavo e Brusio. L’iniziativa è sostenuta anche dai rispettivi consigli scolastici e da leggere.GR – Media e Ragazzi Grigioni. Durante gli incontri si legge, si ascolta, si parla di scrittura, di personaggi, illustrazioni, edizioni, trame, idee… e i ragazzi sono liberi di soddisfare le proprie curiosità ponendo ogni tipo di domanda per scoprire cosa si nasconde dietro un nome in copertina o fra le pagine di un libro.

Ospite di quest’anno, dal 7 al 9 marzo, è stata Anna Vivarelli, di Torino. Laureata in filosofia, giornalista, attiva a lungo in campo pubblicitario e teatrale, Vivarelli ha cominciato a scrivere libri per bambini e ragazzi più di vent’anni fa, quasi per caso, e da allora non ha più smesso. Le sue opere – che toccano i temi più svariati e si muovono fra diversi generi – le hanno valso numerosi premi letterari, fra cui il prestigioso Premio Andersen quale migliore autore nel 2010.

Anna Vivarelli si è incontrata anche con gli insegnanti delle elementari e i/le bibliotecarie di Poschiavo e Brusio sul tema: “Leggere. Un gioco da ragazzi”. Questo è il titolo del suo ultimo libro, in uscita proprio in questi giorni, scritto insieme al collega Guido Quarzo. È una sorta di “manifesto dell’amore per la lettura, una guida per diffondere l’indispensabile contagio della lettura” – come cita la copertina – in cui si riflette sul perché leggere, cosa leggere e come leggere. Oltre che alla scrittura, Anna Vivarelli si dedica da anni anche alla promozione della lettura nelle scuole e nelle biblioteche di tutta Italia e della Svizzera italiana.

In occasione degli incontri Anna Vivarelli ha saputo catturare l’attenzione di tutti i suoi interlocutori – dai più piccoli ai più grandi – ha intrattenuto con piacevoli letture, ha fornito tante informazioni e molti spunti di riflessione interessanti, ha suscitato emozioni e curiosità, ha trasmesso entusiasmo nei confronti della lettura e della scrittura…: ottimi presupposti, insomma, per lasciarsi appunto contagiare dall’amore per la lettura e per contribuire a diffonderlo.

Leggi l'articolo sugli incontri di Anna Vivarelli con le classi delle scuole elementari di Brusio.

biblio.ludo.teca La sorgente