Fotografie, tag RISTORANTE

Casa di Giacomo Lardi e Birraria

Poschiavo, strada S. Bartolomeo, casa di Giacomo Lardi e Birraria (oggi Banca Popolare di Sondrio).
2624

Caffè Bigliardo Plazola

Poschiavo, Plazola, Caffè Bigliardo Olgiati (poi Caffè Sport).
177

Plazza da Cumün sotto la neve

Poschiavo, plazza da Cumün sotto la neve. A sinistra il Caffè Semadeni e a destra la facciata nord della chiesa di S. Vittore Mauro.
2235

Caffè Sport Plazola

Poschiavo, Plazola, Caffè Sport con giardino antistante visto da sud.
2078

Caffè Sport Plazola

Poschiavo, Plazola, il Caffè Sport con alcune persone nel giardino antistante.
2089

Plazza da Cumün

Poschiavo, plazza da Cumün. Al centro la facciata nord della chiesa di S. Vittore Mauro ancora senza finestre e la vecchia fontana originale. Sulla casa a sinistra l'insegna porta la scritta "Schreieck Engadinerbier".
67

Plazola

Poschiavo, Plazola. Sulla sinistra il Caffè Olgiati, a destra casa Lardelli con le insegne "Gambrinus", "Gius. Lardelli" e "Negozio".
199

Via di Curtin

Poschiavo, via di Curtin, sulla sinistra la Trattoria Zampatti, attuale Garage Formolli.
105

Il vecchio Ristorante Motrice

Poschiavo, via da Spultri, il vecchio Ristorante Motrice (1911-1982) di Bernardo Isepponi.
542

Caffè Semadeni

Poschiavo, avventori davanti al Caffè Semadeni in plazza da Cumün.
83

Ristorante Pensione Suisse

Poschiavo, il Ristorante Pensione Suisse di Alfonso Trinca in via da Mez.
277

Ristorante Albrici

Poschiavo, avventori davanti al Ristorante Albrici in plazza da Cumün.
82

Negozio e osteria di Alfonso Trinca

Poschiavo, negozio e osteria di Alfonso Trinca in via da Mez, poi diventato Ristorante Pensione Suisse. A pianterreno le scritte "Liquori e Tabacchi", "Stoffe e Cappelli".
276

Vial da la Stazion

Poschiavo, vial da la Stazion, una carrozzina ai bordi della strada davanti al materiale utilizzato per la costruzione del Ristorante Chalet. Sulla destra la chiesa di S. Pietro.
570

Plazza da Cumün

Poschiavo, plazza da Cumün vista da nord-ovest. A destra la fontana monumentale che nel 1904 ha sostituito quella originaria, più sobria. A sinistra un salone di parrucchiere e il Cafè Semadeni.
66